Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

L'Istituto Comprensivo "Rubino Nicodemi" di  Fisciano è composto di 4 plessi, di cui 3 di Scuola dell'Infanzia, 4 di Scuola Primaria , due di Scuola Secondaria di I° grado, dislocati in due territori comunali,Fisciano e Calvanico.

L'ampiezza del territorio su cui insiste l'Istituto e la numerosità delle scuole possono costituire un ostacolo sul piano della coesione e dell'unitarietà del progetto educativo. Rappresentano invece un punto di forza in quanto consentono di salvaguardare e socializzare differenti vissuti professionali, tradizioni, esperienze, storie diverse iscrivendole in un Progetto costruito su linee congruenti rispetto a mete condivise, quali la precisa definizione del profilo formativo atteso al termine di ogni ciclo scolastico, una selezione dei contenuti visti in un'ottica di continuità senza inutili sovrapposizioni, una scelta di educazioni con una prospettiva di sviluppo dai tre ai quattordici anni.

Un impegno grande per gli operatori scolastici, ma l'opportunità nuova di elaborare e realizzare un PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO, CONDIVISO, COERENTE con la "Mission" dell'Istituto. Il Piano dell'Offerta Formativa (P.O.F.) che identifica ogni Istituto è, di fatto, un atto di politica scolastica locale.

Il Comune di Fisciano ha una superficie di 31,5 kmq ,è situato a nord del capoluogo di provincia da cui dista circa 14 chilometri .Il territorio è attraversato da numerose vie di comunicazione: l'autostrada, la statale 88" dei due Principati" e la ferrovia. Lo svincolo autostradale di Fisciano- Mercato S. Severino mette in comunicazione Fisciano  con Avellino ma anche con Caserta e quindi con Roma. Altre strade provinciali e comunali uniscono Fisciano alle frazioni interrompendosi ai piedi delle zone montane.La popolazione,di circa 13000 abitanti,vive in centri piuttosto piccoli: Penta,Lancusi,Bolano,Gaiano,Carpineto,Pizzolano,Canfora,Soccorso,Pozzillo,

Nocelleto e Settefichi. Fisciano, con i suoi 1600 abitanti circa ,non riesce a svolgere una funzione aggregante sul territorio ,perché  vi sono centri come  Penta che hanno una precisa identità radicata nella storia e altri, come Lancusi, di recente sviluppo, abitati da persone provenienti da località diverse che non si sentono particolarmente integrate nell'ambiente anche perché  svolgono la loro attività lavorativa a Salerno o in altri centri della Valle dell'Irno.           

Anticamente le attività prevalenti della popolazione erano l'agricoltura e l'artigianato. Oggi è quasi scomparso l'artigianato tradizionale, si è ridimensionato  il ruolo dell'agricoltura nell'economia e si sono sviluppate le industrie :conserviere, chimiche ,di ceramica, del legno, della carta, del vetro; alcune di esse ,però, hanno attraversato una crisi profonda producendo disoccupazione e situazioni di degrado socio -economico. 

La composizione sociale si è così in gran parte modificata con una presenza consistente del lavoro terziario.    La popolazione, soprattutto nei centri di più antica urbanizzazione, presenta un livello culturale medio- basso tendente tuttavia ad un generale miglioramento per gli effetti della scolarizzazione di massa e per il trasferimento sul territorio di nuclei culturalmente più provveduti.Punto di riferimento per i ragazzi sul territorio sono le comunità parrocchiali.

Allegati: Regolamento d'Istituto

 

Seguici su Facebook

Canale Youtube dell'Istituto

Erasmus Plus

 

 

 

Statistiche

Visite agli articoli
171945
Vai all'inizio della pagina